Logopedia

Foto di Ben_Kerckx su https://pixabay.com/

LE ABITUDINI VIZIATE

Foto creata da Ben_Kerckx su pixabay.com

COSA SONO
Si definiscono abitudini viziate tutti quei gesti, non finalizzati all’alimentazione, che si compiono coinvolgendo la bocca: succhiare il dito, mordicchiare le labbra, rosicchiare le unghie, tenere in bocca penne o altri oggetti. Ma l’uso eccessivo di ciuccio e biberon può essere considerato un’abitudine viziata.
Tutte le abitudini di suzione però hanno un valore emotivo nel percorso di crescita dei bambini e per questo motivo non vanno demonizzati in assoluto.

L’atto del succhiare tranquillizza e rassicura i bambini.

PERCHE’ E’ NECESSARIO ELIMINARLE

Di fatto non è l’abitudine in sé ad essere dannosa ma l’utilizzo prolungato nel tempo della stessa.
La suzione del ciuccio o della tettarella obbliga la lingua a stare in posizione errata, appoggiata al pavimento orale invece che in alto appoggiata al palato.
Inoltre può determinare malformazioni del palato e delle arcate dentali.


COSA PROVOCANO

● Malocclusioni dentali o scheletriche
● Palato alto e stretto
● Frequenti otiti
● Difficoltà di pronuncia

QUANDO ELIMINARLE

Di norma è bene intervenire a 24 mesi, massimo entro i 3 anni.
La gravità dei danni dipende dalla durata, dall’intensità e dalla frequenza dell’abitudine, oltre che dalla predisposizione genetica del singolo individuo. Più si continua in questi vizi, più si aumenta il rischio e l’importanza degli eventuali danni.

COME AIUTARE IL BAMBINO

E’ bene disincentivare le abitudini viziate sul nascere. Il nostro atteggiamento deve essere costante e ripetitivo, perché solo così riusciremo ad evitare che si instauri una dipendenza.
Non è sufficiente far notare a voce il difetto ma possiamo aiutare i bambini distraendoli nel momento in cui iniziano a succhiare qualcosa.

Si può creare un “calendario” su cui segneremo i comportamenti corretti e scorretti daremo un punto per ogni comportamento corretto e ne toglieremo uno per ogni vizio manifestato.

Raggiunti i punti stabiliti in precedenza ci sarà un premio.

E’ necessario spiegare al bambino anche l’aspetto igienico, infatti i germi che raccogliamo sulle mani possono entrare in bocca, formando carie sui denti o
infiammazioni delle mucose nel cavo orale.

Si possono acquistare alcune marionette mono dito da infilare sulle dita che il bambino infila in bocca.

Foto di semslibrarylady su https://pixabay.com/

PERCHE’ E’ IMPORTANTE LEGGERE AI BAMBINI

Foto creata da semslibrarylady su pixabay.com

Leggere insieme ai nostri figli fin dai primi mesi, favorisce l’acquisizione di abilità che saranno per loro utili per tutta la vita.

E’ inoltre piacevole per i genitori, che si rilassano e rafforzano il legame affettivo con i figli.
La lettura ad alta voce sviluppa le capacità logiche, di ascolto e aumenta i tempi di attenzione.

Il vostro bimbo svilupperà la capacità di espressione orale, arricchirà il suo vocabolario e soprattutto stimolerà la sua fantasia.
Vostro figlio comincia a capire che gli “strani” caratteri stampati hanno un significato e che li si deve guardare secondo un certo verso, da sinistra a destra, che si devono voltare le pagine e che i racconti hanno un inizio, una parte iniziale, una centrale e una fine.

State così ponendo le basi per l’apprendimento della lettura!

Potete rendere speciale il momento della lettura creando un piccolo rito quotidiano.

I bambini hanno bisogno di abitudini regolari per sentirsi al sicuri.
Prendete in braccio il vostro bambino e rifugiatevi in un luogo confortevole e tranquillo, privo di distrazioni, e iniziate a leggere.
Non cʼè un modo giusto o sbagliato per leggere, semplicemente potreste mantenere l’attenzione alta imitando le voci dei personaggi, sfruttate la mimica facciale.

Scegliete insieme a vostro figlio i libri da leggere che più gli piacciono e non stancatevi mai di leggere e rileggere, anche mille volte, il suo libro preferito.
Per lui risentire la stessa storia è importante! Vuole impararla a memoria per averla a disposizione quando gli serve, vuole pregustare i momenti più divertenti ed emozionanti ed essere sicuro che chi legge non cambi neanche un dettaglio... Ma soprattutto vuole prolungare il tempo da passare insieme a mamma e papà!!

Privacy Policy Cookie Policy