Foto di Ben_Kerckx su https://pixabay.com/

LE ABITUDINI VIZIATE

Foto creata da Ben_Kerckx su pixabay.com

COSA SONO
Si definiscono abitudini viziate tutti quei gesti, non finalizzati all’alimentazione, che si compiono coinvolgendo la bocca: succhiare il dito, mordicchiare le labbra, rosicchiare le unghie, tenere in bocca penne o altri oggetti. Ma l’uso eccessivo di ciuccio e biberon può essere considerato un’abitudine viziata.
Tutte le abitudini di suzione però hanno un valore emotivo nel percorso di crescita dei bambini e per questo motivo non vanno demonizzati in assoluto.

L’atto del succhiare tranquillizza e rassicura i bambini.

PERCHE’ E’ NECESSARIO ELIMINARLE

Di fatto non è l’abitudine in sé ad essere dannosa ma l’utilizzo prolungato nel tempo della stessa.
La suzione del ciuccio o della tettarella obbliga la lingua a stare in posizione errata, appoggiata al pavimento orale invece che in alto appoggiata al palato.
Inoltre può determinare malformazioni del palato e delle arcate dentali.


COSA PROVOCANO

● Malocclusioni dentali o scheletriche
● Palato alto e stretto
● Frequenti otiti
● Difficoltà di pronuncia

QUANDO ELIMINARLE

Di norma è bene intervenire a 24 mesi, massimo entro i 3 anni.
La gravità dei danni dipende dalla durata, dall’intensità e dalla frequenza dell’abitudine, oltre che dalla predisposizione genetica del singolo individuo. Più si continua in questi vizi, più si aumenta il rischio e l’importanza degli eventuali danni.

COME AIUTARE IL BAMBINO

E’ bene disincentivare le abitudini viziate sul nascere. Il nostro atteggiamento deve essere costante e ripetitivo, perché solo così riusciremo ad evitare che si instauri una dipendenza.
Non è sufficiente far notare a voce il difetto ma possiamo aiutare i bambini distraendoli nel momento in cui iniziano a succhiare qualcosa.

Si può creare un “calendario” su cui segneremo i comportamenti corretti e scorretti daremo un punto per ogni comportamento corretto e ne toglieremo uno per ogni vizio manifestato.

Raggiunti i punti stabiliti in precedenza ci sarà un premio.

E’ necessario spiegare al bambino anche l’aspetto igienico, infatti i germi che raccogliamo sulle mani possono entrare in bocca, formando carie sui denti o
infiammazioni delle mucose nel cavo orale.

Si possono acquistare alcune marionette mono dito da infilare sulle dita che il bambino infila in bocca.


Stampa